Oggi possiamo, e dobbiamo scegliere i nostri vestiti in modo differente, perché le singole azioni dei consumatori faranno la differenza !! 

Tessuti naturali <–> Tessuti ecosostenibili

Per definire un tessuto naturale la materia prima deve essere esclusivamente di origine naturale (vegetale o animale). Tessuti naturali comuni come cotone, lino, e lana hanno un impatto ambientale e sociale molto negativo sul nostro ecosistema. Seppure siano tessuti naturali, quindi provenienti dalla nostra terra, questi vengono prodotti in modo intensivo per soddisfare una crescente richiesta. Uso di pesticidi, colori chimici, semi OGM e sfruttamento di risorse umane (anche bambini) nella coltivazione e lavorazione … per dire solo qualche esempio. Nessuna coscienza e nessuna pietà, pur di soddisfare i consumatori e fare più profitto possibile. Acquistare tessuti naturali ecosostenibili certificati come per esempio GOTS (www.global-standard.org/) o Oeko-Tex (www.oeko-tex.com/it/business/certifications_and_services/ots_100/ots_100_start.xhtml) è la soluzione al problema.

Il cotone biologico non ha bisogno di pesticidi e fertilizzanti che si riverserebbero nelle acque attraversando i terreni di coltivazione.

Necessita di molta acqua. A parità di materia prima prodotta, il cotone biologico necessita di più terreno coltivabile rispetto al cotone tradizionale, ne consegue un aumento del consumo di acqua. La certificazione di tessuto naturale biologico non ammette coltivazioni intensive che vadano a consumare la terra rendendola inutilizzabile, quindi il consumo maggiore di acqua viene compensato dal mantenimento della fertilità del campo grazie alla pratica di rotazione della coltivazione.

La certificazione di tessuto naturale biologico, come per altri tessuti e prodotti per l'alimentazione, pretende condizioni dignitose dei lavoratori ed in linea con gli standard mondiali. Questo aspetto spesso sottovalutato, è molto importante se teniamo in considerazione che queste materie prime provengono per la maggior parte da paesi poveri.

Ma i tessuti biologici certificati non fanno solo bene alla natura e l’etica ma anche al nostro benessere.  

 

Il cotone biologico è più morbido e traspirante del cotone standard.

Le fibre tessili, non essendo trattate con sostanze chimiche aggressive quali candeggina e formaldeide, rendono il cotone biologico più durevole rispetto al cotone standard e grazie alla totale assenza di trattamenti aggressivi il tessuto di cotone biologico riduce il rischio di irritazioni da sfregamento ed allergie.

 

Il cotone biologico è un tessuto resistente, può essere lavato in lavatrice come il cotone standard. Non necessita di lavaggi ad alta temperatura. Consigliamo un lavaggio a bassa temperatura per preservarne le caratteristiche.

Un lavaggio a bassa temperatura consente anche un risparmio energetico notevole, che seguito dall'utilizzo di saponi Biologici aiuta a preservare l'ambiente. E' sconsigliato l'utilizzo di ammorbidenti. Solo in caso di necessità è possibile stirarlo a bassa temperatura.

 

Il cotone biologico è riciclabile e biodegradabile al 100%. Per smaltirlo puoi utilizzare gli appositi contenitori della raccolta differenziata.

 

 

 
Stampa Stampa | Mappa del sito
© I sogni di Caterina - Via Botteniga, 7 - 31100 Treviso Partita IVA: 04538860265